Isolamento

Considerato che fin da quando ero alta un soldo di cacio schifavo la compagnia degli altri esseri umani il piu’ possibile, non mi sorprende che la maggior parte delle mie giornate trascorra senza che io pronunci piu’ di cinquanta parole fino a che non torno a casa – e a volte in tutta la giornata. Magari scrivo tremila parole di proposal, leggo duecento pagine di articoli, ascolto podcast o lecture, invio qualche email: ma non ho scambi, di persona, con nessuno.

Probabilmente la ricerca e’ il lavoro perfetto per me. Con le mani affondate nei libri e relazioni personali limitate. Una volta una persona mi ha sorpresa dicendomi (a ragione) che non per tutti sono rilassanti le stesse situazioni sociali: per me, al contrario di lui, la solitudine era necessaria per ricaricare le pile. I bagni di folla mi stremano, anche quando si tratta di persone che mi piacciono.
Per me e’ molto facile dimenticare il senso paradossale della ricerca accademica: passare centinaia di ore a studiare qualcosa che non solo i profani non capiscono, ma di fronte a cui persino le persone nella disciplina sembrano perplesse; parlarne, un po’, con chi si occupa delle stesse cose da un altro punto di vista, dello stesso approccio applicato a tutt’altro, dello stesso contesto per altri motivi, degli stessi oggetti in un altro luogo e tempo; e alla fine, diffondere il piu’ possibile quello che si e’ scoperto, in maniera che sia utile ad altre persone.
Questa parte tendo a dimenticarla: che ci sono aspetti sociali in quello che faccio. Per fortuna ho amici che mi obbligano a tornare coi piedi per terra quando mi perdo nell’iperuranio delle strutture primarie dei capitelli greci a doppia anima.

10325538_10203992997894093_2190314626710523943_n

Stasera e’ una sera strana, forse perche’ non sto bene o perche’ non dormo granche’ ultimamente. Pero’ volevo condividere questa abbondanza di confusione, di gratitudine per questi amici pieni di saggezze, sorrisi per questo lavoro pieno di paradossi, stranimento per questa giornata piena di isolamento.

Advertisements

3 thoughts on “Isolamento

  1. bla…bla…bla…bla…
    hai ragione…perfettamente ragione
    un pò di silenzio ogni tanto…altrimenti non ci si riesce ad ascoltare!
    love

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s