Nemesi dell’espatriato europeo

Oggi ho avuto a che fare con Ryanair – che poi sarebbe la nemesi degli espatriati in Europa. Ryanair quando è apparsa pareva un sogno: volavi all’estero per 10 euro, sbiascicavi quel poco di inglese imparato a scuola, ripartivi carico di cianfrusaglie, e ti sentivi felice e indipendente.

Arrivare a Orio al Serio è sempre stata una legnata sulle gengive, ma erano anche i tempi delle stanze in ostello porta a porta con topi e ubriachi. Ci si adattava volentieri.
Poi con Ryanair ci ho litigato (sospetto che a Saragozza si ricordino ancora di un’isterica di un-metro-e-ottanta), hanno alzato i prezzi e io mi sono convertita a Easyjet.

Fino a oggi, quando sotto pressione che devo tornare a Milano una settimana a luglio per lavoro, mi sono lasciata tentare da un volo di andata a 20 sterline.

In quanti modi mi hai sfrantumato i maroni oggi, Ryanair? Let me count the ways.
Hai un sistema di ricerca dei voli che non perdona. Milano Bergamo lo chiami tu questo aeroporto: pace del fatto che non si trova in nessuno dei due posti e non solo con Orio al Serio non si trova niente, ma neppure con Bergamo come parola chiave.
Prometti viaggi da Londra a Malpensa ma solo per finta, non ci sono voli previsti.
La tua grafica è rimasta indietro di 10 anni.
Mi decido per un volo: esigi che mi registri, anche se preferirei pestarmi gli alluci contro l’armadio.
Mi registro: vuoi sapere come si chiamava il cugino del cane di mio nonno, che se mi dimentico la password di sicuro non mi ricordo come si chiamava la buonanima canina, ma pazienza.
Finisco di registrarmi, cerchi di farmi comprare l’assicurazione nascondendo la possibilità MIPIACEVIVEREPERICOLOSAMENTE nel menù a tendina.
Poi l’hotel.
Poi voglio scegliere il posto? No grazie.
Poi voglio portare il bagaglio? Per 15 euro posso portare un bagaglino più piccolo della media. Per 25 (più della media low cost) posso portare un bagaglio normale.
Poi voglio affittare una macch- NO RYANAIR, LASCIAMI STARE, NON LA VOGLIO LA MACCHINA.
Ok.
Inserisco i miei dati, poi quelli della carta.
Clicco infine il bottone.
“I dati non sono corretti” e mi rimanda alla home page.

Eh?

Ma i dati di che?

Rifaccio tutto. Con più attenzione. E scopro che la password alla registrazione doveva avere un carattere maiuscolo.
Ryanair, limort… ehm, non me lo potevi fire otto schermate fa?
Finalmente prenoto.
Mi mandano quattro mail – no una, quattro.

Easyjet, salvami. Prometto di non tradirti più con Alitalia, anche se atterra a quella figata interspaziale di London City Airport.

1920206_10204134353907905_3667522980156386283_n

Advertisements

2 thoughts on “Nemesi dell’espatriato europeo

  1. io ai tempi dei voli a poco per davvero viaggiavo con tutte, ma soprattutto con wizzair, skyeurope, volareweb e flyeurope (che manco esistono piu le ultime 3) x fare orio (e ogni tanto malpensa) – polonia….per anni ho pensato che easyjet fosse meglio di ryan quando la prendevo x andare a londra ma poi sono diventata mamma e li odio perche’ pur avendo un ceo donna (almeno lo era fino a quando mi sono rotta di volare con loro) non consegnavano mai il passeggino alla rampa dell’aereo all’atterraggio e ho fatto camminate strazianti e temporalmente lunghissime per gatwick, luton, ginevra, fiumicino, malpensa, con bea piccolina che ancora nn camminava piu di 5 metri senza fermarsi, io col pancione che non riuscivo a sollevarla e il bagaglio a mano…e nessuno del personale di terra che mi dava una mano per pieta’ perche’ il vettore aereo non paga il servizio passeggini allo scalo

    1. Che strazio, non ne avevo idea… io ovviamente questo problema non lo ho mai avuto. Spiega come mai si vedono sempre pochi bimbi piccoli su voli easyjet! Io adesso che comincio a viaggiare tanto per ricerca lo trovo molto conveniente, ma mi piacerebbe avere più alternative!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s