Eww, that’s… actually pretty good

Seguendo l’esempio di Vale e dopo il successo (?) del post sui cibi piu’ orribili che tendono agguati nei supermercati londinesi, mi pare giusto dare un colpo pure alla botte. Pensino ora i miei venticinque lettori che ci sono cose di cui alla Random House ci riempiamo volentieri dispensa e stomaco: delizie per cui non avrei mai sviluppato una passione se non fossi finita a vivere da queste parti.

(NB: prossimamente, anche un post sui nostri ristoranti preferiti. Se avete l’impressione che io qui non faccia altro che lavorare e mangiare… avete ragione. Tornero’ in Italia grassa e senza capelli.)

Hummus. Ovviamente non è inglese ma levantino e maghrebino di origine, però qui va fortissimo. Hummus, hummus ai peperoni, hummun marocchino, con cipolla caramellata, limone, coriandolo, di tutto. È l’unico cibo contenente aglio che tollero, e io e Tim ne mangiamo quantità da far impallidire gli inglesi. Su pane, cracker, carne, insalata, verdure crude, couscous, occasionalmente al cucchiaio.

Té clipper. With milk, thankyouverymuch. Qui usa così.

tea_header

YooMoo. Che è uno yogurt gelato, niente di trascendetale come idea. Ma: 1. È buono assai (e qui il gelato buono non c’è. 2. Quello al cioccolato contiene le stelline (di cioccolato). 3. La mucca-logo mi fa morire.

Frozen-yogurt-Yoo-Moo

Sidro. Inizialmente non lo volevo neanche vedere. “È pieno di sulfiti!” “Sono tutti zuccheri e carboidrati!” “È merda!”. Un giorno l’ho assaggiato. La mia reazione è rimasta nella storia: “Certo che è proprio buona questa merda”.

Salmone (e poca carne). Delle fettazze di salmone spesse cosí. (Annika solleva due dita a indicare circa 4 o 5 centimetri). Il salmone teriyaki e’ non solo la mia soluzione preferita per quando voglio far finta di cucinare io per una volta, ma seriamente uno dei miei piatti preferiti. Solo che ci vuole il salmone buono: e qui non manca. Aldi ha il miglior rapporto qualita’/prezzo.
A volte mi concedo perfino un po’ di pollo, ma solo quello super di lusso-che-ha-mangiato-solo-granaglie-bio-non-lo-hanno-mai-fatto-stare-sveglio-a-vedere-il-film-in-seconda-serata-e-la-sera-gli-facevano-sentire-Mozart. Si sentono troppe storie dell’orrore sulle pollerie.

10349158_10204316901271475_7895010653855695105_n

(Allo stesso modo, qui sono buonissimi e poco costosi avocado e mango)

Arrivando alla fine di questa lista, vi renderete conto che no, proprio no, non sono cibi da pasto completo. Mi capita spesso di arrivare a casa, spalmare una cucchiaiata di hummus sui cracker e piroettare a letto, tra la stanchezza e lo scoglionamento da non-mi-piace-niente.
Pero’ ve lo volevo mostrare che non mangio solo pasta d’aglio e gelatina!

Advertisements

4 thoughts on “Eww, that’s… actually pretty good

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s