My room, dressed up

Quando siamo entrati in questo appartamento, ne eravamo assolutamente innamorati. {Lo siamo ancora adesso, per carita’: anche se siamo piu’ consapevoli di certi problemi, in primis la distanza dalla metro e la moquette}. Non di meno, una delle cose che mi sono sbrigata a fare e’ stato pensare a come decorare la mia spoglia cameretta.

In un post precedente, la potete vedere nuda.

Ora, e’ finalmente completa. E’ stato un insieme di pazienti acquisti online e all’Ikea, regali di Natale, grandissimi rompimenti di maroni al padrone di casa perche’ mi montasse le mensole promesse a settembre {le ha montate a marzo; ci ho messo su tre libri, sono cascate in terra; mi ha detto “Eh ma non devi metterci cose pesanti!”; gli ho fatto intendere con un sorriso cortese che ci avrei messo i suoi attributi; e finalmente, un paio di mesi fa, ho avuto delle mensole che potessero reggere della carta}.

Without further ado:

10423921_10204335226609597_4737993942035514557_n

Le mensole in tutta la loro gloria. I cuoricini di legno (con le luci, che vedete anche qui) adesso sono sulla finestra. La cesta dei panni sporchi coi gatti (miracolosamente vuota) e’ un regalo di mamma e papa’.
Notare – li adoro – gli adesivi sul caminetto, che hanno fatto cambiare faccia alla stanza. {Li ha voluti anche Tim perche’ erano un’idea genialissima.} Sopra al caminetto, il regalo handmade della mia amica M. {che si adatta perfettamente ai colori della stanza!}

10371687_10204335226889604_2842551200844370606_n

10393815_10204335227129610_8963602983028644487_n

Oh, e un tavolino ikea e una lampada da £5 migliorano l’esistenza. Ovviamente, ulteriori libri.

37058_10204335227809627_6501405773429449789_n

Sopra alla sedia-porta-vestiti, uno specchio. Che prima mi vestivo un po’ alla cieca. A dire il vero questo e’ lo specchio numero 2, il primo e’ andato in mille pezzi perche’ sono clumsy. (Full story on request).
I poster sopra il letto (Magna Carta + una mappa secentesca di Londra) sono quelle wrapping paper che vendono in tutti i negozi qui per £1.50. Queste vengono dalla British Library.

10415583_10204335226289589_847386792398451539_n

Il motivo principale per cui ci ho messo cosi tanto a mostrarvi la stanza sono le cartoline e foto sopra alla scrivania – non avevo mai tempo di finire di procurarmele.
Ho usato dei bastoncini di legno comprati in uni (Accademia di Belle Arti, ricordate?) per 50p l’uno e ci ho messo foto di famiglia e viaggi e cartoline di libri, prevalentemente.

10390171_10204335228369641_4880289025468375391_n

Insomma, tutta un’altra cosa.
A Strasburgo mi era piaciuto mostrarvi la stanzina 906 – e mi piace molto rivederla. Adesso sono consapevole che tra al massimo sei mesi lascero’ la Random House {viaggio di ricerca a Venezia, che durera’ intorno ai cinque mesi, troppo per tenere affittata la stanza qui}, e gia’ mi viene un magone che non vi dico. Ma sono molto eccitata all’idea di tornare (primavera 2015) e mettermi con Tim (e H.?) alla ricerca di un nuovo posticino – stavolta con calma.

Intanto mi godo la Random House, le bocce (=bottiglie) di sidro nelle poltrone verdi, le mattinate pigre a letto, le mensole…

Advertisements

6 thoughts on “My room, dressed up

  1. Anch’io ci ho sempre tenuto a personalizzare le case dove ho vissuto, anche quando era solo un angolo letto all’interno di una camera che condividevo con un’amica. Non mi sarei mai sentita a mio agio altrimenti! Dunque pausa italiana?!

  2. Grazie dell’onore della menzione! E contenta che tu trovi si integri bene nel contesto… chissà che non lo faccia anche nelle tue prossime sistemazioni! 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s