Micro culture shock

– Buongiorno, vorrei della pancetta a fette.
– …a fette?
– Si, la pancetta, e tagliata a fette spesse. Sa, quella da fare in padella?
– Ma non quella affumicata?
– No, non quella affumicata, sa quella fresca, da fare in padella per colazione?
– Ahah.
– E quindi? Ne ha?
– No.

{Ah. Ma davvero? In questo paese non si fa il bacon in padella?}

– Buongiorno signora, vorrei un chilo di mandarini.
– No, lei non vuole i mandarini, lei vuole i mandaranci.

{Questa e’ la fruttivendola volitiva. Quella che quest’estate mi disse, ‘Avocado non ne abbiamo, pero’ abbiamo i meloni’.
Poi ho pensato al mio fruttivendolo mediorientale della High Road, che mai nella vita mi avrebbe detto una cosa del genere, e mi e’ venuto da ridere}

10915196_10205958465189547_2046481487138463646_n

Advertisements

13 thoughts on “Micro culture shock

  1. Se ti consola, a me è capitata una cosa simile per la pancetta. Non volevo il bacon, ma una fetta spessa da cuocere con le lenticchie per il 31. Reazione: “Una SOLA fetta? SPESSA?!”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s