Seminare vento

Siccome, si sa, si raccoglie quello che si semina, il mio primo contatto con Venezia non poteva in ogni caso essere troppo positivo. Il che, per esempio, spiega perché nel giro di una settimana io mi sia trovata con una caviglia di forma sferica. Causa ponti. (Ma no che sono caduta: li ho solo camminati)

10603617_10206154934821165_4014560411780195474_n Eh.

Adesso il tape rosa e’ caduto e il piede sta tornando a funzionare, anche se zoppico ancora (piu’ per sicurezza che per altro) e tutte le vecchine veneziane mi sorpassano nelle calli con la spesa nei trolley.

Intanto che ero molto, molto impegnata a lagnarmi dell’isolamento, e del fatto che non stavo bene da sola come a Strasburgo, e non ero in compagnia come a Londra, e mi lagnavo e mi lagnavo, tre persone che amo moltissimo mi hanno detto tre cose che gia’ sapevo:
– che ero partita prevenuta verso Venezia
(Lo so!)
– che mangiare in maniera nervosa fa molto 2002
(Lo so)
– che devo darmi tempo, e che l’unico modo di essere content ovunque e’ essere felice con me stessa
(…lo so)

10940609_10206154933501132_5255560628237722859_n 10929020_10206154932621110_8600378342288504216_n

Allora, siccome queste cose le sapevo gia’, ho deciso di saperle davvero, e da un giorno all’altro ho cominciato a vedere Venezia non come una cartolina in 3D ma come una sfida diversa.

10945044_10206154958941768_5444717282141899481_n(Si, il 90% dei Veneziani mi sta ancora sulle palle)
Un po’ salvata dall;amore e un po’ da un libro (e ti pareva), Venezia ha cominciato a sembrarmi luminosa.

Possiamo anche non amarci, ma questo non significa che non possa trovare le mie piccole vittorie: conquistare abitudini, imparare a conoscere la geografia di questo posto fuori di testa, perdermi (ma apposta), sfuggire la citta’ e riprenderla, portarci le persone che amo, e alla fine, quando mi chiedono So, how’s Venice treating you, poter rispondere, Not so bad.

1947712_10206154936541208_3419613428708822461_n

Advertisements

34 thoughts on “Seminare vento

      1. Eh! Ho una lista lunghissimo di posti da visitare o rivedere ancora una volta. A Venezia ho deciso sarei andata in Germania. È stato un passaggio importante.

  1. La prossima volta che torno in Italia ti vengo a trovare e mi faccio sganciare uno sconto gondola perchè sono di Padova e i Padovani sono accettati a Venezia 😀

  2. Trova lo spirito positivo per affrontare questa tua nuova sfida! Vedrai che qualcosa di buono lo troverai…
    Un abbraccio

  3. È un impegno abituarti in una nuova città. Ma mi pare che non ti fa schifo faticarti un po’. Andrà bene sicuramente, e come dice mia nonna: anche se non va bene, finirà bene.

  4. Venezia bellissima ma vissuta da turista quindi non vale.. Tieni duro: prima o poi troversi qualcosa che farà breccia nel tuo cuore!!
    Ps davvero mangiare dal nervoso fa molto 2002??? Arg!!! Io faccio lo stesso! :/

    1. Pure io solo da turista fino a tre settimane fa… per questo la botta iniziale è stata tosta!
      Fa molto 2002 se in maniera compulsiva per storia personale, quindi no preocupe 😉

      1. Lo leggerò! Intanto ti consiglio “Stella del mattino”: c’è Oxford (si parla anche di Murray), e poi Lawrence d’Arabia, e, tra gli altri, TOLKIEN.

  5. pure io come sopra…però volevo dirti che è per poco…le tue foto sono bellissime…e prendi un treno e vai a milano per me..please….
    brava ragazza….ce la farai…

    1. Grazie! Gia’ andare al mio nuovo nido che ho trovato grazie a te rendera’ tutto piu’ semplice… poi Venezia sto cercando di farmela piacere, volente o nolente 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s