Καφεκούτι. Scene dall’archivio

– Stai esaminando la legatura del tuo quaderno di appunti?
– No, niente affatto.
– …
– Ehi, deformazione professionale.

– Kafedaki? (Caffettino?)
– (I Greci ridono. Vigorosi cenni di assenso)

– Mi scusi, signorina. Lei è dell’Istituto Ellenico?
– No, mi accompagno soltanto a quei loschi individui.
– Ah, ma mi sembrava…

(A. ha detto: ormai, sei una di noi)
(Anche se non capisco un tubo quando parlano. Troppo veloci!)

– Noi quelli come te li chiamiamo kafekouti, scatole di caffè.
(E’ dialetto del nord della Grecia)

Metà del mio lavoro consiste nel ridurmi in questo stato:

11295656_10207148354976048_910258929607493429_n

per scoprire che nel 1482 a Venezia un orefice ha preso su un complice che rispondeva al soave nome di Sebastiano detto “Tartaro” ed è partito per una spedizione punitiva contro un libraio che ronzava intorno alla sua prostituta-mantenuta. CSI Serenissima.
Non posso neanche parlar male della sociability dei Veneziani perché tutti i personaggi coinvolti erano fiorentini.

(L’altra metà del mio lavoro consiste nel convincere la gente che se si studiano i libri antichi, è il caso di guardare i libri antichi, non solo i testi)

– Vieni a pranzo domenica? Fazzamo pranzo greco.
– Volentieri, cosa port–
– Ah, aspetta! Lei non può mangiare allio.
– E cosa c’è di greco senza aglio?
– Ti piace la feta?
– E poi torta di mele.
– La torta di mele è greca?
– No, è centroeuropea.
– E quindi?
– E cuindi, è colpa tua che non puoi mangiare allio cuindi non puoi mangiare niente…

Advertisements

10 thoughts on “Καφεκούτι. Scene dall’archivio

  1. Anna, ma quante lingue sai? anche il greco moderno.. bravissima.
    E’ tanto diverso dal greco antico? come il latino con l’italiano? 😀
    Quando non riesco a dormire ripeto tra me e me i paradigmi dei verbi greci imparati al liceo. Purtroppo è più o meno tutto quello che ricordo di questa lingua…

    1. Sono una mezza pippa in greco moderno!
      Diciamo che è un pelo più simile al greco antico di quanto lo sia l’italiano al latino. Il che mi aiuta moltissimo… 🙂

    1. Ne ho studiate tante ma ne so parlare poche! Parlo bene inglese e francese, parlicchio/leggo neogreco e tedesco e qualcosa di spagnolo, e leggo latino e greco antico… avevo studiato anche armeno classico ma ricordo poco o nulla purtroppo.

  2. Da me quando conosco una linga, quella lingua sparisce quando ne devo imparare una nuova simile. Per esempio. prima sapevo il portoghese, ma da quando ho imparato l’italiano non lo so piu purtroppo. Ma il baccalhau lo mangio ancora invece 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s