Microitinerario invernale in Istria

Non ho ancora raccontato nulla né della Lituania, né della Scozia, né della Crozia. Pero’ trovandomi con una serata tra le mani in cui il pianeta non sembra girare a velocita’ vorticosa (e sí, uno dei motivi per cui di solito lo fa e’ che cerco di incastrare piu’ viaggi possibile in uno spazio ristrettissimo, ovvero quello del tempo libero)… ecco un mini mini itinerario croato.

Per tantissimo tempo non ho trovato il momento giusto per andare in Crozia perché volevo vedere quello che vogliono tutti: Split e Dubrovnik. Ho studiato itinerari estivi super complessi che includevano traghetti notturni da Ancona, con spostamenti rapidi in successione. Poi mi sono ricordata che a me fare il bagno non piace, le folle in estate ancora meno, e che chissa’ quando sara’ la prossima volta che potro’ prendere tutta una settimana per viaggiare.

E mi sono anche ricordata che a me il mare d’inverno piace da impazzire.

Croatia_Porec (12)

Percio’ ci siamo caricati in tre in auto il giorno di Santo Stefano, e siamo partiti alla volta dell’Istria, che da casa italiana non e’ troppo distante (solo 6 ore!). Nel corso di quelle sei ore siamo riusciti a: mangiare tutti gli snack preparati per i tre giorni di viaggio; stare male; farci urlare dietro alla frontiera tra Slovenia e Croazia (lo sapevate voi che bisogna fermarsi due volte, una volta dagli Sloveni, e una dai Croati?); perderci (parecchie volte).

La ricompensa per il perdersi e’ stata che il nostro AirBnb era nel paesino piu’ minuscolo della Croazia (una frazione di 33 abitanti), perso in mezzo a delle bellissime campagne interrotte da strade bianche, in un casale appena restaurato, con le finestre blu e la stufa come unica fonte di riscaldamento.

Avendo solo tre giorni, abbiamo limitato il nostro itinerario alla parte ovest e centrale della Croazia, ma abbiamo visto delle autentiche meraviglie e neanche un minuto ci e’ sembrato sprecato. Noi lo abbiamo fatto in maniera un po’ disordinata: qui ve lo propongo ordinatamente da sud a nord.

Pula (Pola)

Pula è la città principale dell’Istria, sulla punta meridionale della regione. Ci sono diverse cose da vedere, ma senz’altro la prima attrattiva e’ l’anfiteatro romano, di cui si conserva bene la struttura esterna.
Anche il Tempio di Augusto (che contiene un mini-museo), l’Arco dei Sergii, e il centro storico meritano una visita. Il castello in cima alla città organizza delle minuscole mostre molto interessanti: al momento sull’antifascismo in Istria. A Pula si puo’ passare una giornata intera facilmente: in estate, i sotterranei Zerostrasse (di cui ci hanno parlato bene ma che erano chiusi quando abbiamo provato ad andarci noi) sono aperti fino a tardi, e la sera le gru del porto, i Lighting Giants, si illuminano di tutti i colori.

Croatia_Pula_2 (2)

 

Croatia_Pula_2 (1)

 

Rovinj (Rovigno)

In estate, sono abbastanza convinta che ogni centimetro di Rovinj sia coperto di turisti: in inverno, qualche solitario passeggiatore di cani sotto la pioggia e le stradine deserte la rendono una delle poche citta’ piccole di cui abbia detto “io qui ci vivrei”. A Rovinj non c’e’ molto da fare se non arrampicarsi su e giu’ per le stradine, guardare il mare, fermarsi a prendere il caffé in piazza: eppure ho l’impressione che lo farei a lungo prima di stancarmene.

Croatia_Rovinj (1)

Croatia_Rovinj2 (2)

Vrsar (Orsera)

Vrsar per noi e’ stata la prima tappa, quella a cui siamo arrivati infreddoliti e affamati. E’ un incanto di scalini ripidi, lungomare e pietre naturali. Era quasi deserta quando ci siamo arrivati, quasi al tramonto, con le luci che si accendevano. Perfetta per una sera d’estate o un pomeriggio d’inverno a passeggiare.

Poreč (Parenzo)

A Poreč fino all’ultimo non sapevamo se saremmo andati. Temevo che ci fosse da vedere solo la Basilica Eufrasiana, e che fosse chiusa d’inverno. Tutti i numeri telefonici indicati sul sito del turismo croati risultavano inesistenti.
Alla fine abbiamo deciso di provare ugualmente (grazie anche alla resistenza di guida di P), e Poreč si e’ rivelata una sorpresa di quelle che ti tirano il cuore in 10 direzioni diverse: le strade strette, l’architettura tardoantica, medievale e veneziana, il lungomare, tutto era bellissimo anche sotto la pioggia che ci ha inzuppati senza pieta’. E poi la Basilica, che io mi immaginavo come tanti altri siti tardoantichi e invece non solo e’ bella da instupidire, ma offre anche una bellissima vista a 360 della citta’ e del mare.
I palazzi veneziani di Poreč mi hanno persino fatto pensare che forse, in un altro tempo o un’altra vita, avrei potuto amare Venezia. (Forse, senza Veneziani).

miniCroatia_Porec (7) - Copy

Croatia_Porec (11)

Croatia_Porec (3)Croatia_Porec (9)

 

Motovun (Montana)

Motovun e’ stato il posto che ci ha quasi delusi: siamo arrivati stanchi e infreddoliti, e a onor del vero quei paesaggi che da Motovun dovrebbero incantarti (Motovun e’ in cima a una collina), in inverno non sono granché. Fortuna ha voluto che, dopo aver vagato tra i suggestivi-ma-minuscoli scorci di Motovun, ci siamo seduti a mangiare risotto al Teran (vino rosso locale) e risotto al tartufo alla Konoba Mondo, e che un’ora dopo siamo usciti rotolando e dichiarandoci innamorati di Motovun. Konoba Mondo e’ stata recensita anche dal New York Times e ha i prezzi di qualunque trattoria: non lasciatevela sfuggire.

8400368407465658435.jpg

Croatia_Motovun (2)

Grožnjan (Grisignana)

Grožnjan e’ nota come il paese degli artisti, e ogni due porte c’e’ un’atelier. E’ anche il solo paese dell’Istria ad avere una maggioranza di parlanti italiano (l’italiano e’ molto diffuso ovunque, in ogni caso, in Istria). Per qualche ragione, mi e’ piaciuta molto piu’ di Motovun: c’erano ancora meno turisti, dalle trattoria uscivano suoni di risa, e cani e gatti abitavano le strade. Come Motovun, Grožnjan e’ in cima a un cocuzzolo, e si vede il mare. Se potete vedere solo uno di questi paesini dell’Istria di terra, Grožnjan e i suoi colori dovrebbero senz’altro essere in cima alla vostra lista.

Croatia_Groznjan (4)

Advertisements

2 thoughts on “Microitinerario invernale in Istria

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s