Giant’s Causeway, Irlanda del Nord {camminare sulla luna}

Avete presente quella cosa che ho per il mare d’inverno, specie se sotto la pioggia o sferzato da venti gelidi? A fine autunno, presa dal nervosismo per i mesi di giogo a cui stavo per sottopormi (e a cui posso dire ora di essere sopravvissuta), ho convinto Tim a fare la scommessa che se avessimo prenotato per un mini-viaggio alla Giant’s Causeway a inizio febbraio non saremmo morti di freddo e non avremmo avuto la visuale bloccata da un nebbione tremendo. Cosa c’e’ da vedere alla Giant’s Causeway? Piu’ o meno la superficie lunare, ma in Irlanda del Nord.

causeway (2)

causeway (9)

Enormi colonne esagonali di basalto di origine vulcanica, nella leggenda sono stati creati dal gigante Fionn mac Cumhaill per raggiungere il suo nemico scozzese. Oggi ci si arriva, da Londra, con un volo di un’oretta per Belfast, 30 minuti di auto, e un biglietto d’ingresso (al momento £11.50) che permette al National Trust di tenere il posto in sicurezza (di fatto, siete liberi di arrampicarvi ed esplorare quanto volete).

IMG_8056

La nostra scommessa ha pagato: con un’auto (completamente gelata) presa in aeroporto, siamo arrivati alla Giant’s Causeway ancora in ombra, ma il sole ha presto superato la scogliera regalandoci dei colori meravigliosi.

causeway 2

8631834938047137288.jpg

Per fare il percorso completo – scendendo sulle colonne di basalto mentre la luce del mattino di febbraio si estende dall’acqua, mentre l’acqua sale con la marea, poi arrampicandosi sulla collina, e ammirando la costa dall’alto tra le ginestre – ci vogliono circa 3 o 4 ore e delle buone scarpe (noi le abbiamo semi-distrutte).
Ci siamo, ovviamente, assolutamente innamorati di questo posto, e abbiamo pensato che forse l’avremmo amato con la pioggia, con un freddo cattivo, o con la nebbia (con quest’ultima in particolare). Pero’ ammetto di essere contenta degli 8 gradi C che ci hanno permesso di vagare fino a che non ci e’ venuta fame, in piena liberta’.

causeway (3)

Se dopo una mezza giornata ad arrampicarvi sul basalto avete voglia di esplorare ancora, ci sono parecchie altre cose da fare e visitare in zona:

Mussenden Temple and Downhill Demesne

Con ingresso gratuito e dei paesaggi mozzafiato.

IMG_8120

IMG_8125

Ponte di corda di Carrick-a-Rede

Ingresso £8.00 e un certo pelo sullo stomaco. E la mia vista preferita in assoluto, nel nostro caso con un tramonto azzurro e rosa.

carrick a rede rope bridge

carrick a rede (3)

2756822679544219469

Fermarsi a ogni curva

La zona e’ cosí bella che, semplicemente, a ogni angolo vi trovete di fronte a dei paesaggi del genere. Queste sono state scattate da un parcheggio!

IMG_8179IMG_8178

Dove mangiare:

Quando avrete sviluppato un certo appetito, dirigetevi da Harry’s Shack, 116 Strand Rd, Portstewart BT55 7PG per un hamburger e una passeggiata sulla spiaggia.

harry's shack (2)

harry's shack (1)

In una giornata, nonostante le ore di luce molto limitate, siamo riusciti a vedere molto: se fossimo andati in estate avremmo potuto visitare anche i castelli della zona (in primis Dunluce Castle), ma poter vedere questi posti senza le folle della bella stagione e’ stato impagabile.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s